2017 25 ottobre

La passerella del Trieste Airport chiude ancora la Sr14




Dopo quasi quattro giorni, o quasi, di passione, ma anche di scatti d'ira da parte di qualche automobilista-utente, al quale proprio non andava giù quella deviazione, nella tarda serata di lunedì, qualche ora prima della tabella di marcia, è stata riaperta al traffico, a Ronchi dei Legionari, via Aquileia, il tratto della strada regionale 14 che si sviluppa dinnanzi all'aeroporto regionale. La trafficata direttrice di traffico era stata chiusa poco dopo le 22 di venerdì sera per permettere, così come avvenuto, il varo delle due campate metalliche che, dall'aerostazione, portano direttamente al nuovo polo intermodale dei trasporti. Un lungo lavoro, per certi versi anche molto delicato e di una precisione certosina, che ha subito qualche rallentamento e uno stop di alcune ore, domenica, quando sulla zona si è abbattuto un forte acquazzone accompagnato da importanti raffiche di bora. Ma quando il tempo si è ristabilito, operai e tecnici, quelli della Ici Coop, ma anche quelli delle imprese che collaborano all'esecuzione dell'appalto e della società di gestione del "Trieste Airport", si sono prontamente rimessi al lavoro proprio per rispettare i tempi. Dopo la posta delle due campate, di 35 e di 25 metri, c'era da stringere qualcosa come 100mila bulloni per permettere alla struttura di reggere e di assolvere al suo compito.I lavori al nuovo polo intermodale dei trasporti non si fermano qui, però. Si lavora al parcheggio a raso, si iniziano le finiture di quello multipiano, si lavora per il complemento della passerella, lunga 425 metri. Si sta intervenendo anche sulla fermata ferroviaria che sarà operativa a marzo.Venerdì sera, alle 22 e sino alla stessa ora di domenica, via Aquileia, nel tratto compreso tra la rotatoria che porta al casello autostradale ed alla provinciale 19 e quella che permette di accedere alla zona artigianale, sarà nuovamente chiusa al traffico. In questa occasione, con un inconsueto andirivieni di betoniere e con l'uso di speciali pompe, sarà realizzato, sul fondo della passerella, un getto di cemento armato dello spessore di 10 centimetri. L'intervento sarà propedeutico alla chiusura della struttura con pannelli in vetro e, successivamente, alla creazione dei passaggi pedonali che saranno assistiti anche da ascensori e da tappeti mobili. Anche da venerdì le deviazioni saranno le stesse che sono entrate in vigore in questo fine settimana. Il grande cantiere avviato lo scorso gennaio prosegue dunque a tappe forzate, con l'impiego, ogni giorno, di almeno una sessantina di operai che dovranno completare il tutto entro il prossimo mese di febbraio. Da allora il polo intermodale dei trasporti, un'idea sorta tanti anni orsono, sarà una grande ed importante realtà che metterà in connessione i diversi sistemi di trasporto, offrendo chances di crescita innegabili proprio per l'aeroporto del Friuli Venezia Giulia. La scommessa della società di gestione, del presidente Antonio Marano in primis, si gioca tutta con questa carta.


Fonte: ilpiccolo.geolocal.it | Autore: Luca Perrino


 



IL NUOVO

IL NUOVO

Scopri le nostre auto nuove; siamo rivenditori VOLKSWAGEN e SKODA..

USATO DI QUALITA'

USATO DI QUALITA'

Parti alla grande con il nostro usato selezionato..

SERVIZI

SERVIZI

La vasta gamma di servizi che MAURIG ANTONINO snc può offrire per la vostra auto.